Un paio di ambienti classici

Forum per: VrayforC4D di Chaos Group. Postate le vostre domande e i vostri lavori relativi a questo motore di rendering.

Moderatori: visualtricks, cappellaiomatto, natas, Arkimed

  • Advertising
ommy94
Messaggi: 146
Iscritto il: ven dic 02, 2016 1:57 am

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da ommy94 » lun nov 19, 2018 11:36 am

wao e stupendo ai miei occhi!!

Avatar utente
Anto3D
Messaggi: 2424
Iscritto il: sab giu 07, 2008 9:51 am
Località: Bari/Napoli/Isernia

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da Anto3D » lun nov 19, 2018 6:34 pm

ma una curiosità.... io mi sono (ingenuamente) lanciato a fare un'immagine con Vray.... ci sto lavorando da sabato....avrò avuto tipo una 40ina di Crash.

Ovviamente ( avevo saltato la domanda ) tu per un immagine del genere quanti Crash hai avuto? per capire se ho io un modus che non tanto è congeniale a Vray

Avatar utente
m.corsico
Messaggi: 177
Iscritto il: mar feb 23, 2010 3:07 pm

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da m.corsico » lun nov 19, 2018 7:01 pm

Complimenti.. io le trovo bellissime.

Sirio76
Messaggi: 1343
Iscritto il: dom nov 24, 2013 3:24 pm

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da Sirio76 » lun nov 19, 2018 8:46 pm

Anto3D ha scritto:
lun nov 19, 2018 6:34 pm
ma una curiosità.... io mi sono (ingenuamente) lanciato a fare un'immagine con Vray.... ci sto lavorando da sabato....avrò avuto tipo una 40ina di Crash.

Ovviamente ( avevo saltato la domanda ) tu per un immagine del genere quanti Crash hai avuto? per capire se ho io un modus che non tanto è congeniale a Vray
Che mi ricordi zero crash per questo lavoro in particolare, anche se sinceramente avendolo completato da un po' potrei aver dimenticato(in tutto circa un mese di tempo per questi più altri ambienti, su Cinema R19, Vray3.6, MacOS, slave/farm online Windows).
Su un progetto equivalente appena completato dove mi ricordo esattamente i problemi incontrati ho avuto solo un singolo tipo di crash isolato su lens effects+DOF(ma normalmente mai avuto problemi su quest'accoppiata, sottoporrò la scena agli sviluppatori per un debug).
A parte componenti ancora incomplete come l'IPR se lo usi come andrebbe usato è piuttosto stabile e affidabile nella mia esperienza, forse ci fai delle cose che non digerisce bene. Non so se su Windows ci sono problemi in più rispetto a Mac, ma tendenzialmente dovrebbe essere il contrario visto che è la piattaforma primaria per lo sviluppo. Potrebbe essere il passaggio alla 3.7, io ancora non la ho ancora installata ma essendo essenzialmente una 3.6 ricompilata per la R20 non so se può essere quello il problema. Altra ipotesi potresti avere plugin incompatibili, per farti un'esempio banale tempo fa installando Corona Vray non funzionava proprio, fatti una copia di Cinema con solo Vray e vedi se dipende da qualche incompatibilità. Se vuoi mi mandi una tua scena o la parte di scena che ti da crash e vedo se quì funziona.

Avatar utente
ocman
Messaggi: 1185
Iscritto il: gio ago 26, 2010 8:39 pm
Località: Verona

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da ocman » lun nov 19, 2018 9:07 pm

Comunque anch'io, con la 3.6 e la 19r, ho avuto un solo crash e lo uso da un bel po ormai!! Inoltre ho sopra il plug-in di Corona e anche di Arnold.
Vray attualmente, per me, ha solo un problema con la gamma dei materiali ma fortuna ho trovato un workflow che mi fa evitare questa scocciatura. Uso Windows, il Mac non lo so nemmeno accendere... ;) :lol:

Avatar utente
Anto3D
Messaggi: 2424
Iscritto il: sab giu 07, 2008 9:51 am
Località: Bari/Napoli/Isernia

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da Anto3D » lun nov 19, 2018 10:47 pm

Era più stabile la 3.4 che questa 3.7.
Lo hanno ripulito dalle varie laubbate ... epico il preset Stefan_pppp (che nostalgia) però secondo me la strada è lunga per arrivare a qualcosa di dignitoso. Che poi si facciano lo stesso rendering piu che decenti non vale come giustificazione.
Io sulla r19 ho Corona ed altre decine di plugin mai in crash ... e diciamolo software che uso da 1 anno aggratis. LAUBLab si fece pagare 790euro (se ricordo bene) per un porting di Vray (la 1.1) in cui non funzionava il dist.threshold della IM .... occhio non dico lo shader pincopallo che usi 1 volta ogni 100 scene... dico la IM.
Vabbè inutile ora farsi il sangue amaro.

Sirio76
Messaggi: 1343
Iscritto il: dom nov 24, 2013 3:24 pm

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da Sirio76 » mar nov 20, 2018 1:45 am

La 3.7 non so non avendola provata, la 3.6 è anni luce più veloce, funzionale e stabile rispetto alla 3.4. Non credo ci sia nulla da giustificare, io (come penso altri) mi trovo bene, se tu ti trovi bene e ci ottieni buoni risultati lo usi, se per qualsiasi altro motivo non ti trovi non vedo perché tu debba usarlo o dedicargli il tuo tempo e la tua attenzione. Testo regolarmente altri software e non c'è da farsi sangue amaro, sono solo strumenti di lavoro e semplicemente se non rispondono alle mie esigenze non li uso. Quanto a bug e crash faccio questo lavoro da venti anni e di motori ne ho cambiati tanti(e tanti ancora ne cambierò) ancor prima di usare la R4 di Cinema, non ne ho conosciuto uno privo di problemi, Corona incluso(e a scanso di equivoci tanta è la mia fiducia in Corona che a breve gli dedicherò un corso avanzato).

chemelodiciafare
Messaggi: 18
Iscritto il: ven mag 11, 2018 11:07 am

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da chemelodiciafare » mar nov 20, 2018 11:44 am

le immagini sono spaventosamente dettagliate!
parlo da profano e da insesperto trovo solo l'unico appunto nei pochi contrasti, non intendo il contrasto delle linee o dei colori che anzi sono molto viviidi, intendo il chiaro/scuro. E' tutto così uniforme da sembrare un pochino piatto. Naturalmente immagino che la cosa dipenda dalle tante luci inserite, lungi da me in ogni caso criticare poichè non saprei fare meglio.

Sirio76
Messaggi: 1343
Iscritto il: dom nov 24, 2013 3:24 pm

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da Sirio76 » mar nov 20, 2018 5:31 pm

Qualsiasi critica è ben accetta e non vedo perché non dovresti esprime le tue perplessità;) l'illuminazione è relativamente piatta per via delle scelte dettate dalla committenza, già tante luci contribuiscono ad un'illuminazione diffusa, se poi i fasci non sono molto concentrati le ombre tendono a perdersi. Allego una foto di un'ambiente simile, le ombre si percepiscono solo nelle zone dove l'occlusione e tale da renderle ben visibili, tipo sotto le poltrone che sono molto basse, sotto ai tavolini che hanno zampe più alte invece le ombre quasi non si vedono:
Hotels-Wolcott-Hotel-Luxury-Lobby-Entrance.png
Diversamente se si usano luci più concentrate viene subito fuori un'ombra più marcata, come in questo render appena fatto(è un dettaglio, poi magari posterò tutto il lavoro):
esempio ombre.jpg

Avatar utente
hurricane
Messaggi: 2571
Iscritto il: sab ott 29, 2005 5:44 pm
Località: Caserta Provincia

Re: Un paio di ambienti classici

Messaggio da hurricane » gio nov 22, 2018 5:45 pm

Ma è perfettamente normale, come nella realtà, non capisco che cavolo di ombre cercate!

  • Advertising
Rispondi